Lacedonianews Archivio Anno 2006


Solenni festeggiamenti in onore di S. Gerardo Maiella.

di Roberto De Luca

Fede, spiritualità, profonda partecipazione popolare. La festa di S. Gerardo Maiella, ieri a Lacedonia, ha riconfermato, ammesso che ce ne fosse stato bisogno, il forte attaccamento della gente comune di Lacedonia alla figura del taumaturgo che la Chiesa ha eletto protettore ufficiale di mamme e fanciulli, elevandolo agli onori dell’altare il 29 gennaio 1893 con Papa Leone XIII.

Una folla immensa ha letteralmente invaso le vie del nostro paese, partecipando alla solenne processione che, come ogni anno, si svolge per le strade di Lacedonia.

Al termine della stessa il Santo è stato festeggiato con bellissimi e pirotecnici fuochi d’artificio.

Per l’occasione si segnala il ritorno del mai dimenticato P. Franco, che tanto ha fatto per la nostra ridente cittadina.

Memore del forte attaccamento della popolazione al culto gerardino, ieri ha momentaneamente abbandonato i suoi impegni di padre provinciale dei frati minori al fine di presenziare alla processione e officiare la S.S. Messa.

In questi tempi bui, San Gerardo è davvero il Santo che più può insegnarci tecniche pacifiche e umane per avvicinare popoli e famiglie che vivono situazioni difficili.

S. Gerardo era un giovane “incolto” che ha avuto la grande sapienza del cuore perché si è affidato completamente alla volontà di Dio.

Come i fedeli di Lacedonia, tutti dobbiamo imparare a camminare sulle vie del Signore, portando a tutti una parola beneaugurante in un momento così complesso della storia.

C’è molta nebbia nel cuore degli uomini, vi è il bisogno di diradarla ritornando agli insegnamenti dell’umile S.Gerardo.  


CONTATTI: lacicogna@lacedonia.com